Pernottare nel dojo di Fano

Stiamo valutando assieme ai gestori della palestra di Fano, la possibilità di dormire nel dojo presso Centro Formalibera in via Liguria 21/A, con un contributo simbolico (indicativamente € 5/persona a notte per minimo 10 persone) a coperture delle spese di riscaldamento.

Quindi, coloro che portandosi un sacco a pelo e un tappetino da campeggio, vogliono sfruttare quest’opzione, sono pregati d’inviare entro questa settimana una mail a ikendenshin@gmail.com indicando il numero delle persone interessate a questa soluzione.

Quest’opzione sarà valida solo al raggiungimento di n°10 persone.

Il luogo in oggetto dista circa 35 minuti sia dal Park Hotel (luogo del sayonara party) che dal palazzetto dove si terrà lo Stage ed il Trofeo.

6° Trofeo Dell’Adriatico – Sayonara Party

Come preannunciato nel post “Pernottamenti“, il sayonara party si terrà nello stesso luogo per cui abbiamo stipulato la convenzione per l’hotel, Il Park Hotel di Cattolica.

Nessun problema nel bere un bicchiere per festeggiare e quando si è stanchi si va a letto 😉

Visto che il Trofeo è “dell’Adriatico”, e che l’hotel è proprio sul lungomare, non potevamo non farvi mangiare del buon pesce…

Ecco a voi il menù.

Antipasto di Pesce
Spaghetti alle Vongole
Frittura dell’Adriatico
Ampio buffet di antipasti e verdure fresche, frutta di stagione e formaggi di qualità
buffet con dolci fatti in casa e gelati artigianali
Vini doc
Minerale levissima
Caffè

L’intero menù a € 20!

Per chi non ama il pesce, tranquilli…abbiamo il piano B 😉

Le indicazioni per raggiungere il luogo dell’evento sono al seguente link:

http://www.parkhotelcattolica.it/hotel-cattolica-mare/dove-siamo_13.html

Edizione n°5 del Trofeo

Mi sembra ieri, il primo “Trofeo Dell’ Adriatico” così come lo battezzò il nostro amico Salvatore Bellisai, eravamo una trentina di persone, ospiti Stefano Betti e Dorian Pungetti, uno stage tra amici con una piccola gara arbitrata da un singolo arbitro, chi lo avrebbe mai detto che saremmo arrivati a una quinta edizione con oltre 100 e lo ripeto, CENTO presenze?

Non voglio tediarvi, con la logistica e i preparativi che hanno impegnato tutti i ragazzi dell’ Associazione Shingen da mesi a questa parte, il nostro grandioso week-end comincia Venerdi sera presso il nostro Dojo di Fano, coi Maestri Stefano Betti e Arialdo Bolognesi, quest’ ultimo per la prima volta nostro ospite, sarà una serata breve ma intensa, siamo in pochi e ci godiamo una breve ma intensa ora di jigeiko, ovviamente il tutto finisce a tavola come nella migliore tradizione di Kendo Nelle Marche, nel frattempo ci raggiungono Boscarol e la sua compagna, una cenetta leggera senza alzare troppo il gomito, ci aspetta una lunga giornata.

Il mattino successivo arrivo sul posto con un ora è mezzo di anticipo, per svolgere quel che mi competeva con tutta calma, incredibilmente il palazzetto è già gremito di kendoka, fortunatamente c’è già Alessio che ha messo in moto il coordinamento e Roberto operativo alla cassa, ci sono tante cose da fare, ma siamo ben organizzati e si arriva al mokuso senza nessun intoppo.

credits – Laura Mecozzi

credits – Laura Mecozzi

Al centro del kamiza Stefano Betti, che terrà lo stage coaudiuvato da ben 8 prestigiose presenze: Arialdo Bolognesi, Angela Papaccio, Fabio di Chio, Tomaso Boscarol, Bernardo Cipollaro,  Leonardo Brivio, Dorian Pungetti,  Enrico Monaco.

credits – Laura Mecozzi

Data la numerosa partecipazione, veniamo divisi per gradi, di modo che ognuno possa praticare coi giusti motodachi e attentamente seguito dai Maestri per una corretta pratica,

credits – Laura Mecozzi

credits – Laura Mecozzi

l’allenamento è dinamico e propedeutico allo shiai, in attesa del Trofeo del pomeriggio, dopo i canonici 5 minuti di pausa,  Stefano con fischietto alla mano inizia farci scaldare sul serio con rapidi scambi di tecniche al suon del suo fischietto e alla fine quando tutti eravamo pronti per il canonico mawari geiko, arriva la sorpresa a mio avviso più divertente di questo stage mattutino, il “Sekigahara” oserei definirlo un jigeiko epico, dove tutti veniamo disposti in ordine sparso per la palestra, si parte contro il primo motodachi che abbiamo di fronte cercando l’ ippon e al fischio di Stefano, si cambia col prossimo avversario che ci si ritrova di fronte, spasso assicurato! Come tutte le cose belle, si ha la sensazione che duri solo pochi minuti ed è la fine di questa intensa mattinata.

E quest’ anno per la pausa pranzo una novità, avremo anche un’ottima palestra con un parquet strepitoso, però da un punto di vista logistico pecca del fatto che non ci siano ristoranti a portata di mano, per sfamarsi e riprendere per tempo l’ allenamento, gli anni scorsi siamo sempre arrivati al secondo, così quest’anno abbiamo avuto la brillante idea di organizzare un buffet, rigorosamente compreso nel costo dello stage direttamente sul posto, ricco di prelibatezze e tradizione, per ovvi motivi mancava solo il sangiovese, con l’ aiuto di mogli, fidanzate e genitori abbiamo messo insieme un buffet per oltre 100 persone, purtroppo tutto ha un costo, questo vi spiega il perché quest’ anno non vi abbiamo regalato l’ esclusiva spilletta, vi promettiamo che nella sesta edizione avrete entrambe le cose!

credits – Laura Mecozzi

La scelta si è rivelata vincente, abbiamo tutti pranzato in kendogi e soprattutto in relax, in gogliardia e ottima compagnia.
Nel frattempo la macchina organizzativa era già in moto con la preparazione degli shiai-jo e relativi tavoli della giuria, le squadre quest’ anno sono davvero tante, lo schieramento quasi riempie l’intera lunghezza della palestra.

credits – Laura Mecozzi

Ogni anno che passa il trofeo si fa sempre più emozionante, grazie a nuovi partecipanti e soprattuto alla formula ippon shobu, dove tutto diventa possibile, non è novità di vedere kyu superare incontri contro dan elevati, quindi i risultati non sono sempre prevedibilissimi.

I risultati li trovate a questo link

https://trofeodelladriatico.wordpress.com/2013/02/18/risultati/

Complimenti agi amici di Verona che hanno fatto il pienone!! 😉

credits – Laura Mecozzi

La giornata si conclude col consueto Sayonara Party, quest’ anno siamo al ristorante la Gradarina, siamo tutti molto stanchi, più che la baldoria prevale la voglia di stare seduti e rilassati, facendo conversazione con la gradevole compagnia, personalmente romperò le righe prima del previsto, il mattino dopo bisogna alzarsi presto.

credits – Gianni Gaspa

Allo stage della domenica mattina sono tutti puntuali e più numerosi del previsto, la lezione è tenuta dal Maestro Bolognesi, dopo un buon riscaldamento a cura di Giacomo Pezzo del Cus Verona, veniamo divisi per pratica a coppie, per concludere con un energico jigeiko finale.

credits – Gianni Gaspa

Non che gli altri anni ci sia stato da lamentarsi, ma quest’ anno lo stage è riuscito veramente bene, merito di diversi fattori, in primis dell’ esperienza accumulata in questi 5 anni, all’ ispirazione fornitaci da altri prestigiosi eventi, ma soprattutto grazie a un sinergico impegno da parte della nostra Associazione e dei suoi praticanti.
Concludiamo con un augurio e un saluto al nostro amico Salvatore Bellisai, il quale avrebbe dovuto tenere lo stage di quest’anno, e purtroppo per colpa di qualche acciacco non ha potuto presenziare.

Per il prossimo anno vi garantiamo al momento solo una cosa: sarà meglio del precedente.

Le foto che abbiamo selezionato per voi sono al seguente link

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151413743688847.506212.351507113846&type=1&l=1a7b3558ce

Davide Delise

Sayonara party

Sapete che mangiare bene per noi conta almeno quanto praticare un buon Kendo. 😀
Battute a parte, abbiamo da poco definito dove avrà luogo il sayonara party di sabato. Avremo già i vincitori della 5° edizione e sarà quindi l’occasione giusta per festeggiare il tutto assieme a loro.
Alle 20 ci ritroveremo al Ristorante Pizzeria La Gradarina, proprio sotto il Castello di Gradara.
Le indicazioni su come raggiungerlo vi saranno date in un documento al momento dell’iscrizione assieme a tutte le informazioni per i partecipanti.
Come immaginerete è importante per noi sapere entro il 14/02/2013 sia chi sarà dei nostri al Trofeo, che chi ha intenzione di partecipare al Sayonara Party.
Il menù che abbiamo preparato è composto da antipasti (taglieri/crostini misti/affettati), bis primi, grigliata carne + contorni, caffè + digestivi, acqua e vino, € 25

V’aspettiamo!! 😉

Pausa pranzo del sabato

Ciao a tutti!!

oggi v’informiamo riguardo al pranzo del sabato. In passato avevamo optato per pranzare con prezzi convenzionati presso ristoranti di zona.

Quest’anno abbiamo invece deciso di fare una sorta di buffet fatto in casa offerto da noi con affettati, piadina, pane, insalate di riso ed altre sfizioserie.

Il tutto all’interno della quota fissa di € 20 per l’intero evento.

Voi risparmiate, facciamo qualche chiacchiera e non perdiamo tempo per gli spostamenti 😉

Dormire nel dojo

Ci siamo, a piccoli passi ci avviciniamo al grande giorno, anzi al grande weekend perchè vi ricordiamo che non c’è solo il Trofeo, ma anche lo stage tenuto da Salvatore Bellisai di sabato mattina e domenica mattina.

Stiamo mettendo a punto tutti i dettagli, e con questo post desideriamo mettervi a conoscenza della possibilità di dormire con soli 5 € presso il dojo di Aikido di Fano. Non è vicinissimo. C’è circa mezz’ora di strada da fare, ma è una buona sistemazione per risparmiare qualcosa soldino ;-).

Al seguente link trovate le indicazioni per valutare autonomamente le distanze.

http://www.centrodisciplineorientalifano.it/dove%20siamo.html

V’informiamo che i posti sono limitati a 15 persone e che dovrà essere confermata la presenza entro e non oltre martedì 12/02/2013 ad Alessandro Aguzzi (Cell. 347/3188166) che seguirà in prima persona questa parte dell’organizzazione.

In ogni caso è opportuno portarsi sacchi a pelo per coprirsi in quanto il dojo non ne è provvisto.

A breve altri ulteriori dettagli per il 5° trofeo dell’Adriatico.